Bonus pc: ecco come richiederlo!

E’ finalmente disponibile il famoso bonus pc di cui si parlava da tempo. Si tratta di una misura che è stata adottata per cercare di aiutare le famiglie in difficoltà, oltre che le imprese, per favorire l’utilizzo della tecnologia, divenuta così importante nella nostra società. Al giorno d’oggi, infatti, la tecnologia non è più soltanto un lusso o un qualcosa di utile soltanto a migliorare la nostra vita quotidiana, ma bensì attualmente risulta a tratti fondamentale. L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo in questi mesi, inoltre, ha amplificato ulteriormente quest’esigenza, specialmente per quanto riguarda l’aspetto lavorativo delle persone, con l’aumento dell’attività in smartworking e con la scuola, dove la didattica a distanza ha assunto un ruolo di primaria importanza. Queste risorse messe in atto, quindi, dalle istituzioni sono volte a garantire anche a chi non abbia possibilità economiche adeguate, di poter partire allo stesso livello di altri.

Si parla di un bonus, nella fattispecie, per l’acquisto di un tablet o un pc riservato alle famiglie a basso reddito: sembra che siano previste queste agevolazioni per oltre 2 milioni di famiglie in Italia. Il piano Voucher per queste famiglie, insieme al Piano scuola, prevede l’investimento di 600 milioni di euro per la digitalizzazione nel nostro Paese.  In realtà, per la precisione, questo bonus vede coinvolti anche gli operatori, perché la garanzia è ampliata non solo allo strumento in sé, tablet o pc che sia, ma anche alla connessione internet. Ma di preciso, chi è legittimato a richiedere il bonus pc? Ecco i requisiti:

  • Nel nucleo familiare non deve essere attivo nessun servizio di connettività con velocità pari ad almeno 30 mb/s
  • Utilizzare il router o il modem fornito dall’operatore o acquistato personalmente
  • Reddito ISEE del nucleo familiare inferiore a 20 mila euro

Visto che è coinvolto anche l’operatore, la domanda per ottenere il voucher va fatta proprio attraverso uno dei canali di vendita dell’operatore stesso, che può essere di persona (presso i centri dedicati), online o per telefono. Alla domanda da presentare, poi, va allegata: la fotocopia della carta di identità del richiedente; la fotocopia del codice fiscale; se a disposizione, il contratto in essere con profilo inferiore a 30 mb/s.

Altri dettagli

Va fatto presente, inoltre, che l’acquisto del tablet o del pc, e della connessione ad internet è correlato alla fascia di reddito di appartenenza. Per la precisione, il bonus pc e internet da 500 euro (200 euro per la connessione e 300 per il device) è a disposizione delle famiglie con reddito ISEE inferiore ai 20 mila euro. Il bonus internet del valore di 200 euro, invece, utile alla connessione internet almeno a 30mb/s è disponibile per le famiglie con ISEE fino a 50 mila euro. Ma questo tipo di bonus non è ancora a disposizione.

Ora è stata avviata la FASE 1, che prevede la presentazione delle domande disponibile già dal 19 ottobre. Come detto, quindi, sarà lo stesso operatore telefonico ad occuparsi dell’assegnazione del bonus, quindi: non c’è sconto che va applicato in negozio. Sarà la piattaforma Infratel a gestire il tutto. Proprio sulla piattaforma in questione, i vari operatori telefonici presenteranno le proprie offerte associate al bonus: ogni assegnatario è libero di scegliere. Difatti, basterà compilare l’apposito modulo da poi inviare all’operatore per confermare l’adesione all’offerta: sarà lo stesso operatore ad assicurarsi che i requisiti previsti siano rispettati.

Specifichiamo, se ce ne fosse bisogno, che è garantito solo un bonus pc e tablet per nucleo familiare; mentre il contributo non può essere concesso per l’attribuzione del tablet soltanto o del pc, ovvero solo del device, ma c’è bisogno di sottoscrivere un contratto per la fornitura di connettività simultaneamente. Cosa succede in caso di recesso dal contratto? Il beneficiario del bonus manterrà, anche in caso di recesso o passaggio ad altro operatore, il device ricevuto. Se ci sarà un operatore subentrante, questo fornirà il servizio di connettività per l’ammontare del voucher che è residuo.

Quali device poter scegliere

Chi potrà beneficiare del bonus pc o tablet potrà scegliere tra vari dispositivi che sono resi disponibili dall’operatore stesso. Questi rispetteranno delle specifiche tecniche precise. Ecco alcuni dettagli, per quanto riguarda tablet e pc.

Queste le specifiche tecniche minime per PC:

CPU: 4 core;

2 GHz o superiori

RAM: 8 GB o superiori

Dimensione Schermo: maggiore o pari a 14 pollici

Risoluzione Schermo: HD (1366×768) o superiori

Memoria interna (disco o SSD): 256 GB o superiori

Connettività: Wi-Fi, Bluetooth, USB

Fotocamera: 8 Mpx ƒ/1.9

Autonomia: 8 ore o superiore.

Di seguito, invece, le specifiche tecniche per quanto concerne i tablet:

CPU: 4 core, 2GHz o superiori;

RAM: 4 GB o superiori;

Dimensioni schermo: maggiore o pari a 10 pollici;

Risoluzione schermo: Full HD

Memoria interna: pari o superiore a 64 GB

Connettività: WiFi, Bluetooth

Fotocamera: 8 Mpx

Batteria: almeno 6.000 mAh.

Operatori già attivi

I principali operatori telefonici già hanno predisposto diverse pagine online per cercare di chiarire la questione e rendere quante più informazioni possibili ai propri clienti, e agli interessati in generale. Per esempio, Vodafone, Tim e Wind Tre hanno già dato la possibilità di poter inserire i propri dati per un’eventuale analisi dei requisiti previsti. Le pagine sono pressoché identiche in tutti i portali dei vari operatori e si basano sull’inserimento del nome, del cognome e del numero di telefono, insieme ad una casella che richiede se si è già clienti di quell’operatore. Ovviamente, si deve dare anche “l’ok” per quanto riguarda l’ISEE (che ricordiamo dev’essere inferiore ai 20 mila euro). Successivamente all’inserimento dei dati sui vari portali, si verrà poi contattati da un consulente che chiarirà le offerte disponibili e se sono rispettati i requisiti necessari. Per esempio, la Vodafone mette a disposizione un contratto con Fibra FTTC-VULA-FTTH di almeno 30mb/s.

Insomma, sebbene la procedura sia stata resa disponibile soltanto da poco, già è possibile avere un’idea sulle possibilità intrinseche di questo bonus. Magari si potranno incontrare delle lievi difficoltà all’inizio, ma in verità possiamo dire che i vari portali messi a disposizione dai vari operatori sono assolutamente chiari e intuitivi.

Lascia un commento

Qui si risparmia

Unisciti al nostro canale Telegram per ricevere codici sconto e offerte per i tuoi acquisti. Ci sono già + di 50.000 che risparmiano con noi ogni giorno.