Come pulire un tappeto

Utilizzati da sempre per donare calore e per personalizzare la propria casa, i tappeti sono accessori che tutt’ora vanno di moda e possono cambiare radicalmente l’aspetto degli ambienti interni. Orientali, persiani, di lana, di juta o di qualsiasi altro tipo, i tappeti sono belli da vedere, ma solo se sono ben tenuti e puliti con frequenza. Portare un tappeto in lavanderia è certamente il modo più facile per effettuare una pulizia rapida, ma è anche il metodo più costoso, quindi vediamo come pulire un tappeto a casa propria, in maniera facile, economica ed efficiente.

Innanzitutto è bene tener conto di che tipo di tappeto si tratta, in quanto non tutti sono delicati allo stesso modo e alcuni richiedono tecniche di pulizia particolari. Inoltre è bene leggere sempre le etichette che contengono i consigli del produttore oppure chiedere direttamente al venditore.

A questo punto vediamo come pulire un tappeto con le tecniche più comuni…

Come pulire un tappeto utilizzando l’aspirapolvere o la scopa di saggina

Il primo passo per effettuare una pulizia efficace del tappeto consiste nell’allontanare la polvere. I tappeti assorbono e trattengono tantissima polvere quindi è necessario sanificarli spesso.

L’aspirapolvere ci viene in aiuto in questo caso, ma è importante utilizzare la testina apposita, la spazzola con setole morbide, onde evitare di rovinare la trama e la struttura del tappeto, altrimenti è meglio procedere con una scopa di saggina a setole lunghe, passandola con delicatezza.

Qui le migliori aspirapolvere

Invece per i tappeti di lana si può utilizzare anche la spazzola ideata per questo tipo di interventi, mentre i tappeti di juta possono essere anche sbattuti o puliti con l’aiuto di un battipanni.

Come pulire il tappeto con bicarbonato

Se vi chiedete come pulire un tappeto con bicarbonato siete nel posto giusto. Ci sono due tecniche: a secco o con acqua, entrambi igienizzanti e in grado di ravvivare i colori.

Il primo metodo è indicato soprattutto per i persiani e per i tappeti delicati in generale. Il bicarbonato va cosparso a secco sul tappeto e con una spazzola a setole morbide o con una scopa (sempre a setole morbide) si strofina delicatamente tutta la superficie del tappeto, poi si lascia in posa ad agire per qualche ora. Trascorso questo tempo si può aspirare il bicarbonato con una scopa elettrica oppure con l’aspirapolvere, utilizzando la testina adatta.

Il secondo metodo prevede l’utilizzo del bicarbonato sciolto nell’acqua. Generalmente si usa 1-2 cucchiai di bicarbonato ogni litro di acqua e come in precedenza, dopo aver aspirato la polvere dal tappeto si passa questa soluzione con una spazzola a setole morbide.

Come pulire un tappeto con acqua e aceto

I tappeti si possono pulire anche con acqua e aceto, soluzione che igienizza e ravviva il colore ai tappeti. Basta mescolare 2-3 cucchiai di aceto ogni litro d’acqua e strofinare i tappeti con delicatezza, bagnandoli il meno possibile e sempre dopo averli aspirato precedentemente.

Come pulire un tappeto con la neve

Chi vive nelle zone fredde dove la neve non manca può approfittare per pulire i tappeti, strofinando i tappeti con la neve. I tappeti rimarranno umidi, ma non bagnati e la neve asporterà lo sporco presente sulla superficie dei tappeti.

Utilizzando queste tecniche semplici. veloci ed economiche i tappetti splenderanno di nuovo e saranno sempre puliti, senza rischiare di rovinarli.

Giuseppe

Ciao, il mio nome è Giuseppe. Ho 22 anni e sono uno studente di ingegneria informatica.
Mi piace fare acquisti online e consigliare i prodotti migliori ai miei amici.

View All Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *