Come togliere la muffa dalla lavatrice

Quante volte capita di aprire la lavatrice e di sentire un odore pungente e poi di vedere che all’interno della guarnizione e su altre parti c’è muffa e sporcizia varia? Purtroppo la mancanza di tempo o una svista alcune volte non ci fa rilevare questo problema immediatamente, rischiando di compromettere il lavaggio dei vestiti e ricacciarli sporchi o che non hanno il profumo che speravamo, quindi vediamo come togliere la muffa dalla lavatrice in maniera veloce ed efficiente.

Generalmente la muffa viene provocata dall’acqua che rimane nella lavatrice e dall’umidità in generale, quindi la prevenzione è importante per evitare che si riformi e va eseguita semplicemente lasciando aperto lo sportello dopo ogni lavaggio, permettendo così all’acqua di evaporarsi. Non solo, in questo modo anche il cestello non subirà alterazioni di alcun tipo.

Detto questo, torniamo a vedere come togliere la muffa dalla lavatrice… Il primo passo consiste nell’eliminare le parti sporche più superficiali, aiutandoci con un panno umido, imbevuto in acqua non troppo calda e candeggina (soluzione che dovrà essere preparata con due parti uguali di acqua e candeggina). Il panno dovrà essere passato ovunque ci sia presenza di muffa, facendo attenzione a togliere bene soprattutto la muffa che si deposita in mezzo alla guarnizione della lavatrice. Se si riscontra difficoltà si può lasciare il panno imbevuto direttamente sulla zona interessata per 20-30 minuti, inoltre si può utilizzare anche uno spazzolino morbido da denti o di altro tipo per facilitare l’operazione.

A questo punto si può rimuovere il panno e si può risciacquare, ma per igienizzare bene l’apparecchio è consigliabile far eseguire alla lavatrice un ciclo a vuoto con 2 bicchieri di aceto oppure con un bicchiere di candeggina ed uno d’acqua, facendola girare a circa 60 gradi.

A questo punto dovrebbe essere abbastanza chiaro come togliere la muffa dalla lavatrice, igienizzarla ed effettuare una pulizia profonda che elimina anche i cattivi odori, ma esistono altri trucchi che aiutano a tenere la lavatrice pulita…

Per esempio, aggiungendo al lavaggio dei panni bianchi un paio di cucchiai di bicarbonato non solo si igienizza la lavatrice, ma si scrostano anche gli eventuali residui di detersivo e si tolgono i cattivi odori, mentre se si vuole effettuare una prevenzione efficace che vi eviterà poi di dover cercare di capire come pulire la muffa dalla lavatrice basta lasciare sempre lo sportello un po’ aperto dopo i lavaggi, controllare se ci sono residui di acqua e/o sporco sulla guarnizione e al suo interno ( e sul coperchio del cestello) e togliere ogni volta sia l’acqua che altri residui con un panno umido.

Altrettanto utile è far eseguire un ciclo a vuoto una volta al mese come spiegato prima, ovvero con aceto, una soluzione di acqua e candeggina oppure con bicarbonato e limone spremuto. In questo modo non solo la lavatrice sarà sempre pulita, ma avrà anche un ottimo profumo e non si rischierà di trovarsi i vestiti sporchi o contaminati dagli odori cattivi che si possono formare nella lavatrice.

Giuseppe

Ciao, il mio nome è Giuseppe. Ho 22 anni e sono uno studente di ingegneria informatica.
Mi piace fare acquisti online e consigliare i prodotti migliori ai miei amici.

View All Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *