Migliore lavatrice 2021: classifica e guida all’acquisto

Tra i tanti elettrodomestici, uno dei più utili è sicuramente la lavatrice. Ormai lavare a mano è andato in disuso per svariati motivi, primo fra tutti la fatica che comporta e il tempo maggiore impiegato dagli indumenti per asciugarsi. La lavatrice, dunque, grazie alla sua comodità e alla funzione di centrifuga, è diventata la soluzione a questi problemi.

Oggi in commercio si vendono tantissime tipologie di lavatrici, motivo per cui abbiamo pensato, nella guida di oggi, di andare a vedere come effettivamente orientarsi per l’acquisto del modello più adatto alle proprie esigenze, indicando anche come utilizzarla, essendo un grande elettrodomestico che necessita di cura e manutenzione.

Come scegliere la migliore lavatrice

Come accennato in precedenza, esistono tantissime tipologie di lavatrici che andremo ad analizzare più tardi nel dettaglio. Più in generale però, ci sono dei fattori da tenere in considerazione per effettuare una scelta adatta alle proprie esigenze.

Dimensioni

Lo spazio a disposizione è sempre il problema principale quando si tratta di acquistare un mobile o un elettrodomestico di grandi dimensioni. In commercio ci sono modelli di dimensioni svariate. Solitamente le lavatrici a carico dall’alto sono più strette e, inoltre, non avendo l’oblò da aprire, tipico dei modelli a carico frontale, permettono di risparmiare molto più spazio.

Consumo

Informarsi sulla classe energetica dell’elettrodomestico, prima dell’acquisto, è caldamente consigliabile. Un’alta classe energetica, compresa tra una A e una A+++, consente un buon risparmio energetico, che porterà ad una conseguente minor spesa in bolletta.

Rumorosità

Si sa poi, che le lavatrici, a causa soprattutto della funzione di centrifuga, sono elettrodomestici molto rumorosi. Si cerca quindi di optare per il modello meno rumoroso possibile, in modo tale da poter attivare un ciclo di lavaggio anche durante la notte, così da sfruttare la fascia oraria conveniente.

Il rumore e le vibrazioni di una lavatrice spesso sono dovuti al tipo di motore e impianto idraulico montato su di esse. Ad esempio, ci sono alcuni motori privi di spazzole, che creano minori vibrazioni, assicurando cosi minor rumore.

Migliore lavatrice: la classifica

Ecco di seguito la classifica con le migliori lavatrici presenti attualmente in commercio, analizzate per caratteristiche estetiche e tecniche. Rappresenteranno macchinari di qualità, dall’ottimo rapporto qualità prezzo.

Hotpoint NFR328W IT N

Hotpoint NFR328W IT N

Il primo prodotto della nostra classifica è l’Hotpoint NFR328W IT N, un modello a carica frontale e a libera installazione, con una capacità di 9 kg.

Dotata di una velocità di rotazione di 1200 giri al minuto, questa lavatrice è anche capace di variare la velocità, grazie al motore inverter, rendendola più silenziosa ed efficiente nel controllo della pressione dell’acqua.

Punto di forza è sicuramente lo Steam Hygiene, un’opzione che igienizza i capi alla perfezione. Grazie ad essa, infatti, viene immesso vapore nel cestello, andando ad eliminare circa il 99,9 % di germi e batteri, senza dover usare altri igienizzanti additivi. La classe energetica è una D, dunque non è altissima. Il modello però compensa con moltissime funzioni e ben 14 programmi di lavaggio.

Degno di nota il programma Antimacchia 100, ciclo di lavaggio capace di rimuovere ben oltre 100 macchie a soli 40 gradi, temperatura che permette maggior risparmio energetico e che evita di danneggiare o scolorire i capi durante il lavaggio. E’ inoltre presente un sistema di blocco dei pulsanti, in modo da garantire maggiore sicurezza in caso si abbiano bambini piccoli.

Funzione di cui tener conto è anche la partenza ritardata. Grazie a questa funzione, potrete impostare l’inizio del ciclo di lavaggio, ad esempio durante la notte, in modo da risparmiare ancor di più sulla bolletta, effettuando il lavaggio durante la fascia oraria più economica.

Sul display, posizionato frontalmente sulla lavatrice, è possibile monitorare il tempo del lavaggio, dando la possibilità, grazie agli appositi tasti, di modificare la temperatura e i giri della centrifuga.


Hoover Link HL 14102D3-01

Hoover Link HL 14102D3-01

La Link HL 14102D3-01 è un modello della Hoover da 10 kg, con una velocità di 1400 giri al minuto. La classe energetica è A+++, ossia la più alta, che permette il maggior risparmio energetico ed economico possibile.

Il punto di forza di questa lavatrice è sicuramente il suo lato tech. Gode infatti di connettività NFC e di programmi aggiuntivi grazie all’app Wizard, che permette un controllo smart. Basterà avvicinare il proprio dispositivo mobile al logo “One Touch”, presente sulla lavatrice, ed immediatamente si avranno informazioni dettagliate sul programma di lavaggio, indicando quello più adatto.

Oltre ciò, fornirà utili consigli su come migliorare le abitudini di lavaggio. La stessa applicazione, permette altresì di monitorare il lavaggio, qualora ci si trovasse nelle vicinanze dell’elettrodomestico. La lavatrice è dotata di una funzione timer, che permette di lasciar scegliere all’utente quando il ciclo di lavaggio debba finire. In questo modo sarà possibile organizzare meglio il proprio tempo.

È possibile scegliere tra innumerevoli cicli di lavaggio, tra cui tre programmi di lavaggio rapido, della durata di 14, 33 o 44 minuti. Presente anche il programma Bebè, lavaggio ad una temperatura di 60 gradi, particolarmente adatto ai vestiti dei neonati. Le funzioni aggiuntive dei programmi di lavaggio sono selezionabili tramite il pratico display led touschscreen presente sul frontalino della lavatrice.

Tramite apposite app è possibile monitorare a distanza lo stato del ciclo di lavaggio, potendo così conoscere il termine del ciclo, senza dover necessariamente avvicinarsi all’elettrodomestico. Questa tecnologia, inoltre, avvisa in caso di guasti o problemi tecnici. Un ulteriore fattore di cui tener conto è sicuramente la quantità di programmi di lavaggio.


Candy CST 372L-S Lavatrice Carica dell’alto

Candy CST 372L-S

La CST 372L-S è un modello a carica dall’alto della nota casa italiana, produttrice di elettrodomestici. Ha una capacità di 7 kg e dimensioni 60 x 40 x 86.5 cm, fattori che la rendono facilmente posizionabile anche negli ambienti più limitati.

Nonostante le piccole dimensioni risulta una lavatrice decisamente innovativa. Dotata di connessione NFC, la lavatrice si può facilmente connettere al proprio smartphone, permettendo di controllare il ciclo di lavaggio direttamente dal dispositivo mobile Android, di cui si consiglia la verifica della compatibilità previo acquisto. Vengono inoltre fornite utili informazioni inerenti le condizioni della lavatrice.

Il controllo intelligente, difatti, informa in caso di guasto o malfunzionamento dell’elettrodomestico. Tra i vari cicli di lavaggio, troviamo i programmi rapidi da 14, 30, 44 e 59 minuti, che permettono ottimi lavaggi in poco tempo, ideali se si hanno giornate di lavoro piene e poco tempo da dedicare alla casa. E’ possibile inoltre programmare la partenza ritardata, fino a 24 ore di ritardo, in modo tale da far iniziare il ciclo di lavaggio quando meglio si crede.

La classe energetica è una A+++, decisamente elevata, permettendo cosi il massimo risparmio economico ed energetico. Con questo modello, un mezzo carico di lavaggio andrà a consumare fino al 70% di acqua in meno rispetto alla media delle lavatrici in commercio.


Beko WTX91232WI

Beko WTX91232WI

Altro modello dalla classe energetica decisamente elevata (A+++) è la Beko WTX91232WI. Questa lavatrice a carica frontale, con una capacità di carico di ben 9 kg, ha una velocità di 1200 giri al minuto.

E’ estremamente silenziosa, soprattutto grazie al motore in dotazione di ultima generazione. Si tratta del Prosmart Inverter Superia, un motore dalle prestazioni elevate, che garantisce minori vibrazioni e rumore rispetto ad altri motori attualmente utilizzati per questi elettrodomestici, grazie anche alla mancanza di spazzole. Il cestello è costituito da pareti con tecnologia Silent Tech che assorbono le vibrazioni e riducono maggiormente il rumore.

Il sistema Acqua Fusion della Beko, inoltre, chiude il tubo di scarico nelle fasi iniziali del lavaggio, passaggio che permette un minor spreco di detersivo, facendo risultare questo modello, oltretutto anche un ottimo alleato per l’ambiente.

Da aggiungere, come il macchinario risulti perfetto anche per gli amanti degli animali. Grazie alla funzione Pet Hair Removal, oltre al ciclo di lavaggio normale, verranno aggiunti prelavaggio e ulteriori risciacqui, in modo da eliminare peli di animali, che solitamente restano impigliati nei tessuti degli indumenti anche dopo aver effettuato un lavaggio intensivo.

In ultimo, grazie al programma di lavaggio Woolmark, verranno attivati dei movimenti ben calibrati del motore inverter, che eviteranno di danneggiare o infeltrire lana o altro tessuti.


Indesit BWE 91284X WSSS IT

Indesit BWE 91284X WSSS IT

La Indesit BWE 91284X WSSS IT è un modello a libera installazione con carico frontale. Ha una capacità di 9 kg, con una velocità di 1200 giri al minuto. La classe energetica dichiarata è una A+++, tra le classi più alte sul mercato, permettendo cosi il risparmio ideale a livello sia economico che energetico.

E’ una lavatrice dalla tecnologia all’avanguardia. Grazie alla tecnologia Silent, il silenzio sarà garantito, consentendo di poterla utilizzare anche durante le ore notturne, senza dare alcun fastidio durante la notte, approfittando allo stesso tempo dei costi ridotti dovuti alla fascia oraria. Il silenzio è permesso anche grazie al tipo di motore di cui è costituita. Questa tipologia di motore, insieme all’impianto idraulico, abbassa la rumorosità di ben 47 decibel.

I programmi in dotazione sono numerosi, facendo risultare questa lavatrice adatta per ogni esigenza. Ci sono ben 16 programmi tra cui scegliere. Tra questi troviamo il Delay Timer, che permette una partenza ritardata fino a 24 ore, in modo da far partire il ciclo di lavaggio quando meglio si crede, a seconda dei propri impegni.


Hisense WFGE7012V

Hisense WFGE7012V

Altro modello di lavatrice a carico frontale è la Hisense WFGE7012V. Dalla capacità di carico di 7 kg e una potenza di 2000 W, questo è uno dei top di gamma della multinazionale cinese. Ha una velocità di 1200 giri al minuto, con una classe energetica tra le più elevate (A+++).

La particolarità di questo prodotto risiede sicuramente nel cestello. Lo stesso, insieme ai trascinatori del bucato, ha una forma tridimensionale, che permette di simulare un lavaggio a mano e crea un effetto a cascata che migliora l’attivazione del detersivo sul bucato, garantendo maggiore cura al lavaggio dei capi.

Caratteristica di questo modello è la funzione Pause and Add, che permette di mettere in pausa l’elettrodomestico ed aprire l’oblò per inserire eventuali indumenti dimenticati. L’oblò di 34 cm di diametro è apribile fino a coprire un angolo di 180 gradi, fattore che consente un più facile carico. Le cerniere, inoltre, sono state testate per mantenere fino a 50 kg di carico.

Grazie alla funzione intelligente, Autowash, la lavatrice imposterà autonomamente il ciclo di lavaggio più adatto al bucato inserito. Sul fronte della lavatrice è presente un ampio display led, dotato di pulsanti touch, dai quali si possono modificare le impostazioni di lavaggio, oltre che temperatura e velocità di centrifuga.


Samsung WW10T554DAT/S3

Samsung WW10T554DAT-S3

Questo modello marcato Samsung ha una portata di 10 kg di carico, con una velocità di ben 1400 giri al minuto. E’ una lavatrice dalla tecnologia decisamente innovativa. La tecnologia Al Control di cui è dotata l’elettrodomestico, è capace di personalizzare i lavaggi in base alle abitudini di lavaggio memorizzate. Scaricando l’app SmartThings, verranno fornite informazioni importanti sui diversi programmi di lavaggio, fornendo soluzioni ai problemi evidenziati.

Il motore gode della tecnologia Digital Inverter, che fa uso di alcuni magneti, senza l’utilizzo di spazzole, in modo da ridurre il consumo di elettricità e garantire maggior silenzio rispetto ai motori classici.

I punti di forza di questa lavatrice sono senza dubbio le svariate funzionalità di cui è fornita. È ad esempio possibile ricordare la funzione Eco Pulizia Cestello, che permette l’eliminazione del 99.9 % dei batteri, eliminando così i cattivi odori, senza l’utilizzo di alcun additivo.

La funzione Stay Clean, permette invece di eliminare maggior detersivo, che solitamente si addensa nell’apposito scomparto. Spesso ci si può trovare davanti a macchie irrecuperabili, che necessitano di essere trattate prima di un lavaggio.

Grazie alla funzione Smacchia Tutto Plus non sarà più un problema. Questa funzione, difatti, fa in modo che gli indumenti vengano imbevuti di bolle attive, capaci di sciogliere le macchie più insistenti come quelle di erba, vino e sangue.


SanGiorgio SES510D

SanGiorgio SES510D

La famosa casa italiana, oltre a produrre le classiche lavatrici a installazione libera e non, è famosa anche per le lavatrici slim e la SES510D ne è un chiaro esempio. E’ un modello a carica frontale, con una velocità di 1000 giri al minuto, di dimensioni 59.5 x 45 x 85 cm. Nonostante le piccole dimensioni, ha comunque una buona capacità di carico, di 5 kg. La classe energetica è una A+, una classe abbastanza elevata, che consente un buon risparmio energetico.

Gode di ben 15 programmi di lavaggio. Tra questi spiccano alcuni più particolari, come ad esempio, il programma per il lavaggio dei piumoni, o il programma Sport/Fitness, studiato appositamente per i capi più sporchi e maleodoranti, tipici di un post allenamento. Gode di funzione di partenza ritardata, funzione applicabile a tutte le tipologie di cicli di lavaggio. La funzione si può impostare tramite il pulsante apposito, situato accanto al display digitale.

Il display indicherà il tempo di lavaggio e la durata di ogni programma selezionato. E’ presente anche una rotella di selezione, che permette di variare la temperatura del lavaggio.


Miele WSA 033 WCS Active

Miele WSA 033 WCS Active

La WSA 033 WCS Active gode di una classe energetica decisamente elevata, la A+++, che consente il risparmio energetico ottimale. E’ una lavatrice a carico frontale, con una portata di 7 kg, e una velocità di rotazione di 1400 giri al minuto.

Caratteristico il cestello a nido d’ape, che consente alla biancheria di scivolare su uno strato d’acqua, rimanendo cosi protetta da eventuali danneggiamenti, evitando nodi e fili tirati.

Il punto di spicco è sicuramente il sistema Cap Dosing, brevettato dal brand. La casa tedesca, ha infatti sviluppato delle capsule di detersivo atte a lavaggi speciali. Ci sono ben 6 tipologie di detersivi, a scelta tra Sport, Piumino, Outdoor, WoolCare, SilkCare ed Impermeabilizzante, e 3 ammorbidenti: Aqua, Nature e Cocoon. Queste particolari capsule devono essere inserite nello scomparto dell’ammorbidente e l’elettrodomestico penserà al resto.

Funzione interessante è il Watercontrol-System, che grazie ad un sensore, monitora l’afflusso d’acqua e, nel caso non fosse rispettato il livello standard, interrompe il ciclo in maniera automatica, evitando cosi spiacevoli infiltrazioni e conseguenti danni.

Questa innovativa lavatrice è anche in grado di dosare acqua e corrente elettrica in base al carico immesso. In questo modo si andrà a risparmiare mantenendo sempre elevate prestazioni di lavaggio.


Electrolux EW6F482Y

Electrolux EW6F482Y

Questo modello dell’Electrolux è a carico frontale, con una portata di carico di 8 kg e una velocità di 1200 giri al minuto. Grazie al SensiCare System la lavatrice è in grado di regolare la durata del ciclo di lavaggio in base alle dimensioni del carico inserito nel cestello.

Verrà dunque utilizzata una quantità d’acqua ed energia proporzionale alla quantità di indumenti da lavare, andando così a risparmiare ed evitando inutili sprechi. Spesso può capitare che gli indumenti lavati odorino eccessivamente di detersivo o ammorbidente. Con questa lavatrice non sarà più un problema, grazie alla funzione di distribuzione omogenea ed uniforme dell’ammorbidente su tutto il carico.

Tra le svariate funzioni, degna di nota è sicuramente l’Eco Time Manager, che regola il tempo di lavaggio in base al tempo che ha a disposizione. Altra funzione che fa si che l’elettrodomestico si adatti ai proprio impegni, è quella di partenza ritardata. Sarà dunque possibile avviare il programma di lavaggio scelto all’orario che più si preferisce.

Tra i programmi di lavaggio spicca il programma Vapore, che permette di igienizzare al meglio i propri capi d’abbigliamento, eliminando eventuali batteri e virus. Presente anche un programma per il lavaggio breve, di soli 20 minuti, adatto per indumenti leggermente sporchi.


CANDY CS4 1272D3/1-S

CANDY CS4 1272D3

Si tratta di un modello slim a carica frontale, con una portata di carico di 7 kg e una velocità di 1200 giri al minuto. Gode di un’ottima classe energetica, A+++, che permette ottime prestazioni con il miglior risparmio energetico.

E’ dotata di un rilevatore di peso, che consente all’elettrodomestico di regolare in autonomia la quantità d’acqua ed energia da utilizzare a seconda del carico. Dotata di connessione NFC, è possibile collegare il proprio Android alla lavatrice, previa verifica di compatibilità. Grazie a questa funzione verranno forniti utili consigli al lavaggio, e in caso di guasti, si verrà informati grazie alla funzione Smart touch.

Presenti programmi di lavaggio rapido, a scelta tra 14, 30, 44 e 59 minuti, in grado di donare un bucato pulito alla perfezione in meno di un’ora. E’ comunque possibile ritardare la partenza di ogni programma di lavaggio, con un ritardo massimo di 24 ore.

Il programma “Lana” laverà maglioni di lana e simili senza il rischio di rovinarli. Questo programma è di una estrema delicatezza, paragonabile ad un lavaggio a mano. In questi casi, tuttavia, è consigliabile non superare i 2 kg di carico per un corretto lavaggio.


Lavatrice Carica dall’Alto Indesit

Lavatrice Indesit

E’ un modello a carica dall’alto della Indesit, con una capacità di carico di ben 6 kg e una velocità di 1000 giri al minuto. La classe energetica è una A+++, con un consumo annuo d’acqua di 8500 litri ed un consumo energetico di 153 kWh annui. Si posiziona tra quegli elettrodomestici con un maggior risparmio sia di acqua che di energia.

E’ dotata di notevoli programmi, fra i quali, la possibilità di lavare il cotone a 40 o a 60 gradi, un programma per i capi sintetici ad una temperatura di 30 gradi ed un programma che permette di effettuare solo un risciacquo con centrifuga. Le dimensioni sono 80 x 60 x 60 cm, decisamente ridotte e perfette se stesse cercando un prodotto per risparmiare il maggior spazio possibile.


LG F4WT409AIDD

LG F4WT409AIDD

Questa lavatrice a carica frontale della LG ha una capacità di 9kg, con una velocità di ben 1400 giri al minuto. E’ un modello estremamente innovativo. La tecnologia AI DD è infatti capace di adattarsi ai capi lavati, riconoscendo peso e tipo di tessuto inserito nel cestello, scegliendo in autonomia il lavaggio più adatto.

Grazie alla tecnologia Smart ThinQ, sarà possibile gestire il lavaggio a distanza e scaricare nuovi cicli di lavaggio. Grazie a questa tecnologia, è inoltre possibile chiedere informazioni o dare comandi tramite l’assistente vocale Google Home. Il design è molto elegante, grazie anche al grande display nero, dove vengono indicate tutte le informazioni del lavaggio in corso.

Accanto al display è presente una manopola in metallo per la selezione dei programmi. Gli agitatori presenti nel cestello sono realizzati in acciaio inox, risultando più duraturi e antibatterici al 99%. La funzione Smart Diagnosis comunica eventuali danni direttamente al centro assistenza LG.

Se si dispone anche di una asciugatrice LG, questa lavatrice, tramite la funzione Smart Pairing, invierà le informazione relative al programma di lavaggio utilizzato, per una corretta asciugatura, adatta a quello specifico programma. Il motore Inverter Direct Drive ha una garanzia di 10 anni.


Samsung WW70K5210XW

Samsung WW70K5210XW

Questo modello slim della Samsung ha una capacità di 7 kg, con una velocità di 1200 rotazioni al minuto.

La caratteristica che salta subito all’occhio è sicuramente l’oblò. La funzione AddWash, tramite questo particolare oblò, permette infatti di aggiungere capi o detergenti in ogni fase di lavaggio, purché la temperatura sia inferiore ai 50 gradi.

La tecnologia “Smacchia Tutto Plus” rimuove anche le macchie più tediose. Tutto ciò grazie alla presenza di bolle d’aria, che ammorbidiscono le macchie prima ancora di rimuoverle. La funzione Smart Check consente di monitorare dal proprio smartphone il lavaggio, fornendo inoltre rilevamenti di eventuali problemi, grazie a ultratecnologici sistemi di diagnostica.

Verranno dunque fornite semplici soluzioni, per le quali spesso si chiama l’assistenza. Grazie alla tecnologia Ecolavaggio, si otterranno capi lindi anche a temperature bassissime. Degna di nota la resistenza in Ceramica Plus, dotata di un rivestimento anti incrostazioni, che riduce al minimo l’accumulo di calcare.


Bosch WAT28749IT Serie 6

Bosch WAT28749IT Serie 6

Ultimo prodotto della nostra classifica è la Bosch serie 6, con carico da 9 kg e velocità di centrifuga di ben 1400 giri al minuto. Il motore Inverter Eco Silence Drive è privo di spazzole, ma dotato di alcuni magneti che permettono un estremo silenzio.

Numerose sono le funzioni che la caratterizzano, tra queste la funzione Active Oxygen, che consente di eliminare circa il 99.9 % di germi e batteri normalmente presenti sugli indumenti sporchi. Il programma Refresh Active Oxygen neutralizza gli odori a secco, risultando particolarmente adatto per rinfrescare gli indumenti lavabili solo a mano.

Selezionando la funzione SpeedPerfect o EcoPerfect, si possono infine impostare quasi tutti i programmi, in modo da ridurre i tempi di lavaggio fino al 65% e il consumo di energia fino al 50%, mantenendo le prestazioni elevate.


Tipologie di lavatrici

Le lavatrici ad oggi presenti sul mercato possono essere suddivise in due principali macro categorie, ovvero quelle con carico dall’alto e quelle con carico frontale. E’ possibile poi fare una distinzione tra lavatrici da incasso e a libera installazione. 

Lavatrici con carica frontale

Le lavatrici con carica frontale sono dotate di un oblò, fattore che rende ingombrante questa tipologia rispetto all’altra. L’apertura dell’oblò, infatti, necessita di uno spazio di movimento maggiore rispetto all’apertura dello sportello di una lavatrice a carica dall’alto.

Lavatrici con carica dall’alto

Le lavatrici con carica dall’alto, non essendo dotate di oblò, sono più comode delle precedenti, perché permettono all’utente di non doversi piegare per caricarle o per prelevare la roba appena lavata, evitando così notevole sforzo e fatica, risultando alla portata di tutti. Queste ultime, tuttavia, hanno una minore capacità di carico mostrandosi restrittive in caso di famiglie numerose.

Lavasciuga

Ci sono poi le lavasciuga, ossia delle lavatrici che, una volta finito il ciclo di centrifuga, possono attivare la funzione di asciugatrice. Questa tipologia potrebbe essere la scelta giusta per chi necessiti sia di una lavatrice che di una asciugatrice, ma al tempo stesso, avesse poco spazio disponibile per l’installazione di entrambi gli elettrodomestici.

Lavatrici da incasso

Le lavatrici da incasso vengono installate nei mobili dalla cucina o della lavanderia, rispettando design e dimensioni delle stesse, grazie anche alla possibilità di pannellarle con lo stesso materiale utilizzato per gli sportelli della cucina. Essendo incastrate in un mobile, hanno il vantaggio di essere decisamente silenziose, con minori vibrazioni rispetto a una lavatrice a libera installazione.

Lavatrici a libera installazione

Di contro, quest’ultime sono molto più semplici da installare. Si possono infatti posizionare dove meglio si crede, senza dover rispettare determinate dimensioni, dettate dalla tipologia di mobili già presenti in casa.

Migliori marche di lavatrici

Ma su quale marchio orientarsi? Ad oggi, ci sono tantissime case di elettrodomestici che producono lavatrici. Molte sono sconosciute, altre ancora sono storiche e diffuse sul mercato da tempo. Ogni casa produttrice di lavatrici non è uguale all’altra. Ognuna è famosa per determinate caratteristiche tecniche ed estetiche, mostrando i propri pro e contro rispetto ad altre. Tra i brand più diffusi è possibile individuarne 4 degni di nota:

Bosch

Fondata nel 1866 dal visionario Sig. Robert Bosch, l’azienda tedesca è considerata un leader storico nel settore degli elettrodomestici per la costante innovazione tecnologica, qualità estetica e funzionale applicata ai prodotti. Le loro lavatrici sono note per le svariate funzionalità di cui sono dotate, come ad esempio il dosaggio automatico del detersivo o la funzione che permette la pulizia automatica del cestello. Il design di queste lavatrici è innegabile.

Quasi tutti i modelli sono estremamente silenziosi, grazie al sistema antivibrazione, garantendo una quiete difficilmente riscontrabile in altri brand. La tecnologia è tra le più innovative sul mercato. La maggior parte dei modelli permette infatti la connessione con il proprio smartphone o tablet, consentendo cosi di poter monitorare la lavatrice anche da remoto con il proprio dispositivo.

Candy

L’azienda italiana lancia la sua prima lavatrice nel 1945, la famosa Modello 50. E’ famosa per i suoi prodotti completamente made in italy, rispettando l’estrema qualità dei materiali per cui l’italia è famosa nel mondo.

Le loro lavatrici sono tra le più capienti sul mercato. Si possono infatti trovare lavatrici con una capacità anche di 10 kg. L’azienda offre una doppia scelta. Essa infatti produce sia lavatrici frontali che a carico dall’alto. Il design è tra le caratteristiche più note, proprio per il classico tocco italiano donato dall’azienda.

Anche la tecnologia è all’avanguardia. La maggior parte dei modelli, infatti, è dotata di connessione wifi e bluetooth, permettendo una facile connessione anche con i propri dispositivi mobili. Tra le funzioni che caratterizzano le lavatrici Candy, risalta la partenza ritardata, che permette di ritardare l’inizio del ciclo di lavaggio fino a 24 ore dopo la programmazione.

San Giorgio

Altra storica casa italiana, produttrice di elettrodomestici, è l’azienda San Giorgio, attiva sul mercato delle lavatrici sin dal 1954. Questa azienda è conosciuta per l’elevata qualità dei suoi prodotti e per la tecnologia sempre più innovativa durante gli anni. Sono prodotti dotati di notevoli funzionalità.

Molti modelli arrivano ad avere anche 18 programmi di lavaggio, risultando adattabili ad ogni esigenza. Tra le funzioni di spicco è presente la partenza ritardata e un blocco di sicurezza per i bambini. Presente anche un controllo automatico, che evita la creazione di eccessiva schiuma e un eventuale trabocco. I display di cui sono dotati i modelli di questo brand consentono di monitorare il tempo residuo alla fine del lavaggio. Inoltre, è possibile regolare la velocità della centrifuga.

Miele

L’azienda tedesca, nata a Herzebrock nel 1899, trova il suo posto tra le case produttrici di lavatrici più famose sul mercato. Sono lavatrici efficienti e sostenibili. La maggior parte dei modelli prodotti dal brand, difatti, gode di una classe energetica A++, permettendo cosi un ottimo risparmio energetico ed economico.

Tra i cicli di lavaggio si trova il Power Wash, che consente di lavare piccoli carichi in poco tempo, e il Single Wash, adatto a lavare singoli indumenti. Punto di forza di queste lavatrici è il cestello a nido d’ape. Questa tipologia di cestello impedisce che i capi più delicati possano danneggiarsi durante il lavaggio.

Come pulire la lavatrice

Avere un elettrodomestico rende la vita di ogni giorno sicuramente più semplice e comoda, ma, per un corretto utilizzo di questo strumento di lavaggio, è necessaria la manutenzione. Una lavatrice è formata da numerose componenti meccaniche che possono sporcarsi o danneggiarsi facilmente nel tempo.

Un primo accorgimento per evitare ciò, è sicuramente utilizzare un anticalcare. E’ consigliabile utilizzarlo ad ogni lavaggio, solo se la durezza dell’acqua è elevata o se si effettuano spesso lavaggi a temperature che vanno oltre i 60 gradi. In caso contrario è bene utilizzarlo, ma non troppo spesso, inserendolo insieme al detersivo. In questo modo si eviterà la corrosione dei componenti, che solitamente comporta minore resa dell’elettrodomestico.

Altro componente soggetto a sporcizia è il filtro. Spesso il filtro può intasarsi con peli, fazzoletti e sporcizia di vario genere. Quando il filtro è intasato, la lavatrice inizia a perdere acqua. Bisognerà quindi spegnere la lavatrice, procurarsi uno straccio e aprire il filtro.

Una volta aperto il filtro, infatti, uscirà dell’acqua, ristagnata a causa del filtro otturato. Esso andrà dunque pulito, e reinserito nella sua postazione.

Un ulteriore accorgimento è quello di procedere saltuariamente con un lavaggio a vuoto. È possibile inserire dell’aceto o del bicarbonato, in modo da lavare tutte le componenti. Lo stesso lavaggio a vuoto, è tuttavia consigliato solo una volta l’anno.

Come si fa la lavatrice

La lavatrice è un elettrodomestico non sempre cosi facile da utilizzare. Chi è alle prime armi con questo strumento, si ritrova spesso in situazioni con capi scoloriti o danneggiati, o semplicemente non lavati perfettamente. Ci sono degli accorgimenti e dei passaggi specifici da seguire, proprio per evitare danni simili.

Prima di tutto partiamo dalla scelta del detersivo, che vedremo più nello specifico nel passaggio successivo. Oltre alle varie tipologie di conformazione del detersivo, possono essere suddivisi anche per la loro funzionalità. Ci sono infatti detersivi per capi colorati, detersivi per capi bianchi, detersivi per il nero e detersivi generici. I detersivi suddivisi per colore hanno ognuno una diversa funzione. Quelli per capi scuri, ad esempio, permettono di preservare il colore senza lasciare spiacevoli aloni. Per iniziare si può comunque optare su un detersivo generico, adatto ad ogni capo. Il detersivo poi, insieme all’ammorbidente, andrà inserito nell’apposito sportello di lavaggio.

Prima di inserire gli indumenti, è consigliabile dividerli per colore e leggere le etichette di lavaggio dei singoli capi. Le stesse, infatti, indicano la temperatura massima con cui il capo d’abbigliamento può essere trattato, se lavato a mano o in lavatrice, e ancora se possa essere centrifugato.

Passaggio da non dimenticare, è sicuramente l’inserimento dell’acchiappa-colore. Sono dei fogli che hanno la funzione di assorbire il colore disperso durante il lavaggio, evitando cosi, il trasferimento su un altro indumento di colore diverso. Nel caso di indumenti con macchie localizzate, è consigliabile trattarle con dello sgrassatore in via preliminare. In questo modo la macchia verrà eliminata più facilmente, senza lasciare aloni.

Una volta caricato il cestello, si può passare a selezionare il programma di lavaggio. Ogni programma è specifico per una tipologia di indumento, caratterizzato da una data temperatura, velocità di centrifuga e tempo di lavaggio. Alcuni programmi permettono di modificare sia la temperatura che la velocità della centrifuga. In linea di massima è consigliabile lavare i capi scuri e la lana ad una temperatura che non superi i 30 gradi, poiché potrebbero danneggiarsi o infeltrirsi. Per i capi molto sporchi, bianchi e in cotone, si possono invece utilizzare temperature ben più elevate, anche arrivando ad 80-90 gradi. Scelto il programma, una volta chiuso l’oblò, si può azionare la lavatrice ed aspettare la fine del lavaggio.

Infine, non resterà altro che stendere la propria biancheria.

Dove mettere i detersivi per la lavatrice

Andando al supermercato, ci si rende conto di quante tipologie di detersivi esistano per la lavatrice. Si possono trovare detersivi liquidi, come detersivi in polvere, o ancora detersivi in pastiglie. Bisogna poi distinguere tra detersivi, ammorbidenti e candeggianti, prodotti con diverse caratteristiche, ma tutti essenziali per un corretto lavaggio.

I detersivi liquidi come quelli in polvere vengono inseriti nell’apposito sportellino per detersivi. Questo, è suddiviso in 3 scompartimenti. Il primo scompartimento è dedicato al detersivo per il prelavaggio, ideato per quei determinati programmi di lavaggio dotati anche di questa funzione. Il secondo scomparto è per l’effettivo lavaggio. In quest’ultimo si potrà inserire del detersivo liquido o in polvere, seguendo il dosaggio indicato sulla confezione del detersivo. E’ poi presente lo scomparto per l’ammorbidente, necessario per donare morbidezza ai propri capi.

Alcune lavatrici, sono poi dotate di un ulteriore scomparto dove viene inserito il candeggiante o un igienizzante, additivi particolarmente utili per rendere più bianche lenzuola e biancheria, o per igienizzare maggiormente i capi.

I detersivi in pastiglia, invece, risultano essere la scelta più pratica. Sono costituiti da una parte in polvere e una liquida, incapsulate in un unico involucro. Vengono introdotti direttamente nel cestello, prima ancora di inserire gli indumenti da lavare. Optare per questa tipologia di detersivi significa maggiore comodità ed eliminazione del problema sul dosaggio. D’altro canto, in situazioni particolari, come il lavaggio di un carico semivuoto, il dosaggio standard di questi detersivi risulterebbe eccessivo per il carico, creando maggiori sprechi.

Chi ha inventato la lavatrice

Quante volte ci si è chiesti delle origini di un elettrodomestico così essenziale al giorno d’oggi. La lavatrice, alleato indiscusso per un corretto lavaggio dei propri indumenti, vede la luce nel lontano 1767, per mano del teologo tedesco Jacob Christian Schäffern. Il teologo aveva costruito uno strumento grezzo, dotato di centrifuga manuale. Nel 1860, l’inglese Thomas Bradford creò un prototipo di lavatrice, composto da una scatola ottagonale realizzata in legno, con dentro una soluzione di acqua e sapone.

La paternità dell’invenzione della lavatrice vera e propria, strumento più simile alle lavatrici moderne, è stata però attribuita a William Blackstone, un commerciante americano che si diede all’invenzione di questo strumento per non far affaticare la moglie. Nel 1874, dunque, nasce la prima forma di lavatrice, un barile in legno riempito di acqua e sapone, capace di ruotare in maniera manuale. Successivamente a questa prima forma, il noto elettrodomestico subì notevoli miglioramenti negli anni, finche nel 1906, Alva Fisher, costruì la prima lavatrice elettrica. Da quegli anni in poi, l’innovazione non si è più fermata.

FAQ

Cosa sono le lavatrici a carico dall’alto?

Le lavatrici a carico dall’alto assolvono la stessa funzione delle lavatrici con carico orizzontale, permettendo tuttavia di caricare il cestello dalla parte superiore, ossia in modo orizzontale.

Come risparmiare sull’uso della lavatrice?

Uno dei sistemi più utilizzati per risparmiare sull’uso delle lavatrici attiene l’acquisto di macchinari con classi energetiche a favore dell’ambiente, utilizzandole nelle ore notturne, ossia quando il costo della corrente è minore.

Qual è la migliore lavatrice?

Onde evitare di acquistare una lavatrice non adatta alle proprie esigenze, risulta fondamentale verificare la presenza di alcune caratteristiche, come ad esempio la tipologia di carica, la presenza delle funzioni o di altri aspetti esposti nel nostro approfondimento.

banner per shortcode tg pricecut

Lascia un commento

Qui si risparmia

Unisciti al nostro canale Telegram per ricevere codici sconto e offerte per i tuoi acquisti. Ci sono già + di 50.000 che risparmiano con noi ogni giorno.