Migliore ventilatore a soffitto 2021: classifica e guida all’acquisto

Durante le calde giornate d’agosto, spesso non c’è altra soluzione che chiudersi in casa con il condizionatore acceso, ritrovandosi poi, costi esagerati in bolletta. Una soluzione è optare per un ventilatore a soffitto. Sono diversi i motivi per cui scegliere un ventilatore a soffitto per rinfrescare le calde giornate estive.

Un ventilatore a soffitto consuma meno di un condizionatore, ha un impatto ambientale molto meno invasivo e, se usato seguendo delle corrette direttive, permette di evitare ripercussioni salutari come mal di testa e mal di schiena. La maggior parte dei modelli possono fungere anche da lampade, risolvendo, oltre al problema della ventilazione, anche quello dell’illuminazione degli ambienti.

Un ulteriore vantaggio del ventilatore a soffitto rispetto al condizionatore è la quantità di manutenzione richiesta. La manutenzione di un ventilatore si limita, nella maggior parte dei casi, alla semplice pulizia dell’apparecchio, senza la necessità di operazioni, come il cambio del filtro nel caso del condizionatore, che richiede l’intervento di un tecnico, molto spesso a pagamento. Il risparmio economico non si limita alla manutenzione.

È noto che i ventilatori necessitano di una quantità inferiore di energia elettrica per funzionare. Molti ventilatori, infatti, non superano la potenza di 100W, potenza che alleggerisce la cifra in bolletta.

Nella guida di oggi andremo a vedere come orientarsi nella scelta del miglior ventilatore a soffitto, mostrandone il funzionamento e l’installazione. Abbiamo inoltre stilato una classifica con i migliori ventilatori a soffitto presenti in commercio, analizzati uno per uno nel dettaglio, evidenziandone caratteristiche tecniche, estetiche e funzionali, in modo da indirizzare l’utente verso la scelta migliore a seconda delle proprie esigenze.

Come scegliere il migliore ventilatore a soffitto

Ma come essere sicuri di aver scelto quello più adeguato? Ci sono tantissimi modelli di ventilatori in commercio e scegliere quello più adatto a noi non è così semplice, soprattutto se non si tiene conto di alcune caratteristiche dei modelli presenti sul mercato. Molto spesso, il modello migliore non è per forza quello più accessoriato o funzionale.

Dimensioni

Per scegliere il modello migliore, bisogna sicuramente tenere conto delle dimensioni della stanza in cui deve essere montato. Per dimensioni si intende non solo la larghezza della stanza, ma anche l’altezza, misura fondamentale per comprendere il volume dell’aria che il ventilatore deve muovere.

Un modello ottimale per una stanza con un soffitto abbastanza alto non deve essere solo potente, ma possedere pale molto grandi poiché, il diametro delle stesse, permette di convogliare l’aria in modo più efficace ed efficiente. È sconsigliato, d’altro canto, optare per ventilatori con pale sovradimensionate rispetto alle grandezze della stanza. Questa scelta potrebbe portare a una ventilazione eccessiva che, a lungo andare, potrebbe arrecare non poco fastidio.

Per ovviare, almeno in parte, a questo inconveniente, sono stati introdotti nel mercato dei ventilatori con altezza regolabile. In questo modo, è possibile orientarsi su ventilatori con una grandezza più moderata, compensando aumentando la distanza dal soffitto. Parliamo di un aspetto importante, da poter tenere a mente nel proprio processo di scelta.

Velocità

Una delle funzionalità più implementati e diffuse tra i modelli in commercio è sicuramente la possibilità di scegliere tra più velocità. Questa funzionalità permette di poter scegliere la velocità più adeguata in base alla temperatura presente all’interno della stanza.

Una velocità troppo elevata, infatti, con un uso prolungato, ad esempio tenendo acceso il ventilatore per tutta la notte, potrebbe portare a conseguenze negative per la salute, come costanti emicranie e raffreddori. Scegliendo una velocità minore, si ha la possibilità di evitare questo spiacevole problema.

Molto spesso si pensa che il ventilatore sia un apparecchio da utilizzare solamente d’estate, questo però non vale per alcuni modelli più avanzati. Questi modelli permettono alle pale di girare in verso orario e antiorario. Girando nel verso opposto, le pale hanno un effetto di risucchio, spostando verso l’alto l’aria fredda e verso il basso l’aria calda, garantendo un riciclo costante.

Illuminazione

Un’altra funzione importante è l’illuminazione. La maggior parte dei ventilatori è dotata anche di uno slot per le lampadine, solitamente a led. Questo slot permette al ventilatore di risolvere il problema dell’illuminazione, oltre quello della temperatura.

Migliore ventilatore a soffitto: la classifica

Ed ecco di seguito stilata la classifica con quelli che abbiamo ritenuto essere alcuni tra i migliori ventilatori a soffitto attualmente presenti in commercio. Ogni modello è stato analizzato nel dettaglio, in modo da orientare l’acquirente verso la scelta più adatta.

Albrillo

Albrillo

Il ventilatore Albrillo è sicuramente uno tra i più funzionali della classifica. È dotato di 6 pale dal diametro di 132 centimetri, ottimo per ventilare stanze ampie 25 metri quadri. Le pale di questo modello hanno la possibilità di girare anche nel verso contrario, funzione che rende questo ventilatore utile anche d’inverno.

Il corpo del ventilatore è costruito in ABS, mentre le pale sono in ferro, materiali che lo rendono solido, affidabile e anche facile da pulire. È possibile utilizzare questo ventilatore in 6 velocità, funzione che permette di scegliere la velocità del vento più adeguata in qualsiasi situazione.

Albrillo può essere attivato e controllato tramite un comodo telecomando, capace di controllare velocità di rotazione delle pale, cambiare la temperatura, colore della luce tra tre possibilità ( 3000/4500/6000K ) e impostare anche un timer per lo spegnimento. Lo stesso permette di poter utilizzare il ventilatore di notte senza preoccuparci di spegnerlo manualmente.


LEDMO Ventilatore a Soffitto con Lampada

LEDMO

Uno dei punti forti di questo modello è sicuramente il design. Il ventilatore a soffitto Ledmo è racchiuso in un’armatura a grate, che permette il passaggio dell’aria e ne guida la direzione. Questo modello può essere utilizzato in 3 velocità differenti: alta, media e bassa; scelta che permette di adeguare il flusso dell’aria alla temperatura della stanza.

Il ventilatore implementa anche una sorgente luminosa, con la possibilità di scegliere una luce calda, con temperatura 3000K, una luce fredda, con temperatura 6000K e una luce più naturale a 4000K. I vari parametri possono essere regolati tramite un comodo telecomando che, oltre alla velocità e alla temperatura, è in grado di selezionare l’orario di funzionamento tramite un timer.

Questo particolare modello, inoltre, è dotato di un generatore di ioni negativi incorporato. Questi ioni, una volta rilasciati nell’ambiente, vengono diffusi tramite le pale purificando l’aria della stanza e proteggendo l’ambiente dai batteri.


CJOY

CJOY

Il modello della CJOY si presenta con un design abbastanza classico. Il suo colore bianco lo rende adattabile ad ogni tipo di design. Questo ventilatore può essere utilizzato durante tutte le stagioni, poiché capace di far girare le pale nel senso inverso e quindi diffondere aria calda all’interno della stanza.

È possibile scegliere tra 3 velocità di funzionamento: lento, medio e veloce, in modo da poter adattare la ventilazione alla temperatura della stanza. Tra le altre funzionalità, questo modello permette di impostare uno spegnimento temporizzato a 1, 2, 4 e 8 ore, garantendo così un riposo salutare, senza essere sottoposti alle correnti per lunghi periodi e, perché no, anche di risparmiare energia elettrica. Tutto ciò può essere controllato e programmato tramite un telecomando multifunzione che, tuttavia, non permette l’avviamento.


Ventilatore da soffitto con luce e telecomando

Ventilatore

Questo ventilatore da soffitto è un modello dotato di luce e telecomando. Ha un diametro di 120 cm, comprensivo di pale, mentre da chiuso mostra un’estensione pari a soli 48 cm, risultando come un normale lampadario. Il motore reversibile rende il movimento del ventilatore in azione molto silenzioso, in modo da consentire di tenerlo acceso anche nelle notti più calde, garantendo così un sonno fresco e silenzioso.

Ci sono 3 regolazioni di velocità, impostabili a seconda delle esigenze di ognuno. È possibile cambiare la velocità direttamente dal telecomando in dotazione. Inoltre, sul telecomando si trovano anche i tasti di accensione e spegnimento della luce ed un interruttore per la conversione autunno/inverno.

La classe energetica è una A++, classe che permette un notevole risparmio energetico ed economico, dovuto anche all’utilizzo di luce led. È possibile scegliere la luce delle lampade led, optando per una tonalità bianca, una tonalità calda e molto altro.


IKOHS WOOD

IKOHS WOOD

Come suggerisce il nome, questo ventilatore a soffitto è dotato di 5 pale in legno. Queste pale possono essere fatte ruotare in 3 velocità: bassa, media o alta. Il modello Ikohs Wood è dotato anche di uno slot per montare una lampadina, in modo da fornire ventilazione e illuminazione nello stesso momento. Entrambe le funzionalità possono essere controllate tramite un telecomando multifunzione, che permette di gestire il funzionamento del ventilatore in maniera remota.

Per evitare che il ventilatore funzioni anche quando non è necessario e per evitare inutili sprechi di corrente, è possibile impostare un timer fino ad 8 ore. Al raggiungimento delle stesse, il dispositivo si spegnerà.

Questo modello rientra sicuramente tra i più silenziosi, anche grazie alla sua potenza non troppo elevata, pari a 60 W. Nonostante la bassa potenza, è in grado di fornire una ventilazione adeguata nelle stanze di media grandezza, sfruttando il diametro delle sue pale, lunghe circa 107 centimetri.


Farelek Bali 112420

Farelek Bali 112420

Il modello Bali 112420 è uno dei più classici presenti sul mercato, sia per design sia per funzionalità. Il design si presenta abbastanza classico, interamente di colore bianco, con finiture in ottone e con trame in legno di noce all’interno delle pale. Non è possibile controllare questo ventilatore da remoto con un telecomando. Le pale, robuste e funzionali, possono girare con tre velocità, che vanno impostate tramite un classico interruttore.

Dato che questo modello può essere usato anche come lampadario, il prodotto viene fornito con una lampada da 60W. Il peso di questo modello è abbastanza ridotto, ed ammonta a circa 1.74 Kg. Incluso con il ventilatore è presente un manuale d’uso in italiano, inglese e tante altre lingue.


DCG I6-TAO5-4XRA

DCG I6-TAO5-4XRA

Il ventilatore a soffitto DCG I6-TAO5-4XRA è un modello in legno con 5 pale. È dotato di un pratico telecomando, tramite il quale è possibile accenderlo e spegnerlo. Inoltre, sul telecomando sono presenti i pulsanti per modificare la velocità.

Si può infatti scegliere tra tre diverse velocità: bassa, media e alta. In questo modo si potrà decidere di abbassare la velocità di rotazione del ventilatore, in caso di freddo eccessivo (o viceversa nel caso opposto), tutto comodamente dal telecomando, senza doversi necessariamente alzare.

Oltre che da ventilatore, questo modello della DCG funge anche da lampadario, grazie alla luce incorporata da 60 W. È possibile accendere e spegnere la luce sempre tramite l’apposito pulsante sul telecomando.


Westinghouse Lighting Lampadario con Ventilatore

Westinghouse Lighting

Questo ventilatore per interni è composto da 5 pale in legno, da 32 cm, misura che le rende ideale per stanze da 25 metri quadri. Il motore è molto potente e permette un buon movimento dell’aria, con prestazioni silenziose. Il rumore che rilascia durante il funzionamento non supera i 50 dB. Oltre al basso rumore, il motore garantisce bassi consumi, grazie alla sua potenza di 50 W e alla sua classe energetica C.

Anche il design non è da sottovalutare. Si presenta decisamente elegante e moderno con pale scure e finiture in cromo satinato. La plafoniera, grazie a una copertura particolare, diffonde una luce brillante e uniforme. Tutte le rifiniture fanno in modo che il peso del ventilatore aumenti senza esagerare. Il suo peso è di 7.9 Kg.


Ventilatore da soffitto in nichel spazzolato

Ventilatore da soffitto in nichel

Questo modello si presenta con un design tradizionale. È composto da pale in legno di faggio e palissandro e struttura in metallo. Implementa tre slot per lampadine da 60W, slot che lo rendono un ottimo strumento multifunzione. Le pale sono lunghe 90 centimetri, lunghezza perfetta per ambienti che non superano i 10 metri quadri.

Il motore è capace di trasmettere giri in modalità inversa, utile per riscaldare le stanze nella stagione invernale. Questo ventilatore a soffitto non ha un’altezza regolabile, va montato direttamente sulla base a soffitto. Il suo peso è di 5.6Kg e il motore ha una potenza di 37 Watt.


Turbo II

Turbo II

Se si è alla ricerca di un prodotto che possa portare luce e colore ad una stanza, allora il Turbo II è la scelta giusta. Le sue pale colorate, ognuna di un colore diverso, lo rendono il candidato perfetto per una camera per bambini o per donare colore al salotto della propria casa estiva. La plafoniera è realizzata con una finitura in vetro bianco.

Le sue dimensioni, pari a 76 x 76 x 38 cm, lo rendono perfetto per rinfrescare una camera di circa 12 metri quadrati. Inoltre, è un prodotto sicuro grazie alle certificazioni CE, RoHS e GS di cui è dotato. È dotata di funzionalità inverter. È infatti possibile selezionare la modalità estate e quella inverno.

Nella modalità estate il ventilatore ruoterà in senso antiorario, rotazione che creerà un flusso d’aria fresca, che andrà ad abbassare la temperatura dell’intera camera. Con la modalità inverno, invece, la rotazione avverrà in senso orario. In tal modo l’aria calda che, normalmente tende a salire, verrà convogliata verso il basso, mentre l’aria più fredda salirà verso il soffitto.


Westinghouse Princess Euro

Westinghouse Princess Euro

L’ultimo prodotto della nostra classifica è il Westinghouse Princess Euro. È un ventilatore a soffitto dotato di 4 pale realizzate in legno di faggio. È un modello dal design classico. Anche l’accensione riprende i modelli degli anni 50.

Per attivare la ventola, infatti, è presente un interruttore a fune che, una volta tirato, metterà in funzione il ventilatore. Lo stesso, funge anche da fonte di illuminazione. È infatti munito di un sistema di illuminazione composto da 3 faretti, con lampadine MR10 con base GU10, con un wattaggio massimo di 50 W. Si consiglia di utilizzare le lampadine a led Westinghouse 37131.

La classe energetica è una A++ che, unita all’utilizzo delle lampadine led consigliate, consente un risparmio energetico notevole, abbassando di molto i costi in bolletta. Le ventole hanno una larghezza di 42 pollici, mentre il ventilatore, nel complesso, misura 105 cm.


Come si monta un ventilatore a soffitto

Una volta comprato il ventilatore che meglio si adatta alle proprie esigenze, sorge subito spontaneo il problema dell’installazione. L’impianto di un ventilatore a soffitto è relativamente semplice. È formato da un interruttore che, qualora il ventilatore fosse in grado di variare la velocità di rotazione, verrebbe affiancato da un regolatore di velocità. L’interruttore è collegato ad un termostato, installato a soffitto, che trasmette la corrente al ventilatore e permette la rotazione in base alla velocità scelta dall’utente. Una volta comprese le parti fondamentali alla trasmissione della corrente, vediamo come montare il ventilatore.

All’interno della confezione è presente un’asta che manterrà il ventilatore agganciato al soffitto. All’interno di questa asta, andranno inseriti i tre cavi di alimentazione, tra cui uno per la messa a terra. È fondamentale montare il cavo per la messa a terra perché protegge da eventuali scosse, data la conducibilità del metallo con cui viene costruito il corpo macchina del ventilatore.

Una volta sistemati i cavi all’interno dell’asta, si possono dunque collegare i morsetti presenti sulla parte superiore del motore. In questo modo ci si assicura che la corrente arrivi al motore, permettendo un corretto funzionamento. Per completare il montaggio del corpo, inseriamo in cima all’asta un gommino che servirà per creare un effetto ammortizzato per il gancio di sospensione.

Quando il corpo del ventilatore è montato, si può passare al montaggio delle pale, che vengono inserite in appositi alloggi e fissate tramite viti con dado. Data la forma delle pale, bisogna assicurarsi di montarle nella maniera corretta. Un montaggio sbagliato delle pale potrebbe portare ad un funzionamento sbagliato del ventilatore.

La maggior parte dei ventilatori non permettono di montare le pale in maniera inversa, aiutando l’addetto al montaggio con disegni e sagome studiate per i flussi d’aria. Si può passare adesso al collegamento delle parti che danno tensione al motore. L’interruttore deve essere montato in un punto facilmente accessibile dagli utenti. I cavi che arriveranno al motore vanno collegati ai morsetti dell’interruttore che, una volta attivato, trasmetterà la tensione.

Come usare un ventilatore a soffitto

Come abbiamo visto fin qui, il ventilatore a soffitto si presenta una valida alternativa al condizionatore, che spesso può recare fastidi fisici. Tuttavia, anche il ventilatore potrebbe portare specifici disagi, qualora non venisse utilizzato nella maniera più corretta. Così come succede con il condizionatore, anche un utilizzo prolungato del ventilatore può portare a fastidi come mal di testa o mal di schiena.

È consigliabile, quindi, non essere esposti alle correnti create da questo apparecchio per diverse ore o per tutta la notte. Il sollievo del ventilatore si avverte al di sotto di una temperatura di circa 32 gradi. In caso di temperature più alte, si nota una perdita di efficacia. In questi casi è necessario abbassare la temperatura della stanza e il livello di umidità. Alcuni modelli, inoltre, potrebbero essere particolarmente rumorosi. Questo problema è ovviato da specifici sistemi innovativi, che permettono di modulare l’intensità delle pale.

Un ultimo pericolo, anche se decisamente remoto, è causato dalla possibilità di caduta delle pale. Questa possibilità, già resa remota dai vari sistemi di sicurezza che implementano i ventilatori a soffitto, è resa ancora più remota da un montaggio corretto dell’apparecchio. Dunque, per utilizzare al meglio un ventilatore a soffitto, è consigliabile utilizzarlo per brevi periodi di tempo, senza sostare troppo al passaggio delle correnti d’aria che crea, utilizzandolo a temperature non troppo elevate e con bassi livelli di umidità.

Per garantire la sicurezza delle persone, risulta altresì fondamentale eseguire il montaggio al meglio. Una soluzione potrebbe essere quella di scegliere un modello dotato di timer per la notte, oppure, orientarsi su un modello con telecomando, che permette di selezionare velocità diverse e di spegnerlo senza doversi alzare dal letto.

banner per shortcode tg pricecut

Lascia un commento

Qui si risparmia

Unisciti al nostro canale Telegram per ricevere codici sconto e offerte per i tuoi acquisti. Ci sono già + di 50.000 che risparmiano con noi ogni giorno.