Migliori tostapane 2021: classifica e guida all’acquisto

Tra i tanti elettrodomestici da tenere in casa, il tostapane è sicuramente uno dei più interessanti. E’ uno strumento non troppo ingombrante, utile alla vita di tutti i giorni. Questo, infatti, facilita e velocizza la preparazione della colazione, permettendo di avere del pane abbrustolito in pochissimi minuti.

Sul mercato sono presenti tantissimi modelli di tostapane, motivo per cui abbiamo deciso di creare questa guida. Andremo quindi a vedere come funziona, come utilizzarlo e mantenerlo pulito, ma soprattutto come scegliere il migliore tostapane da acquistare.

A questo proposito, abbiamo stilato una lista completa, dove sono presenti alcuni tra i migliori tostapane ad oggi in commercio, analizzati nel dettaglio, evidenziandone le caratteristiche tecniche e funzionali.

Come funziona il tostapane

Il tostapane è un elettrodomestico da cucina, che serve a tostare ed abbrustolire il pane, in modo da renderlo più croccante. È formato da due o più fessure, dove viene inserito il pane, che andrà successivamente a scaldarsi.

Questo strumento funziona tramite corrente elettrica. La corrente, fluendo nel tostapane, andrà a scaldare le resistenze interne, che si surriscalderanno raggiungendo temperature molto elevate, trasmettendo calore al pane. È poi presente un timer, la cui durata è impostabile a seconda di come si preferisce la cottura del pane. Allo scadere del timer, molle automatiche fanno scattare i supporti di inserimento del pane, interrompendo il funzionamento dell’elettrodomestico.

Come scegliere il miglior tostapane

Ma come orientarsi verso la scelta del tostapane che meglio si adatta alle nostre esigenze? La risposta non è così intuitiva. Ci sono infatti una serie di caratteristiche da notare prima dell’acquisto.

Potenza

La potenza è una delle caratteristiche chiave nella scelta di un tostapane. Questo perché dalla potenza dipende il tempo di cottura. Ovviamente un tostapane con una potenza di circa 1000 W cuocerà il pane molto più velocemente di uno da 700 W, ma consumerà sicuramente più energia rispetto a quest’ultimo. La scelta dipende quindi dalle proprie esigenze personali.

Fessure

Alcuni tostapane hanno un numero di fessure maggiore rispetto ad altri. Ci sono infatti modelli dotati di due fessure e modelli dotati di 4 o 6 fessure. Le stesse, inoltre, possono essere di grandezza variabile, fattore abbastanza importante, poiché permette di inserire fette di pane più spesse o addirittura toast farciti. Anche in questo caso, dipenderà molto dalle proprie esigenze e necessità.

Funzioni

Oltre alla semplice cottura, alcuni modelli sono in grado di svolgere anche altre funzioni. Le funzioni più diffuse e richieste sono quelle di riscaldamento e scongelamento.

La funzione di riscaldamento permette semplicemente di scaldare del pane già tostato, mentre quella di scongelamento permette, in una sola azione, di inserire del pane congelato, scongelarlo e cuocerlo.

Vassoi

Come vedremo successivamente, la pulizia di un tostapane è essenziale. Questa operazione viene facilitata da alcuni modelli, dotati di vassoi di raccoglimento delle briciole. Sono dei vassoi situati sul fondo dell’elettrodomestico e permettono di raccogliere tutte le briciole cadute durante l’utilizzo. Gli stessi risultano estraibili, fattore che permette di lavarli molto facilmente, anche in lavastoviglie.

Migliori tostapane: la classifica

Ed ecco di seguito una classifica, da noi stilata, dove sono presenti alcuni tra i migliori tostapane attualmente in commercio. Sono stati analizzati nel dettaglio, evidenziandone caratteristiche tecniche e funzionali.

Aigostar Warrior 30JRL

Aigostar Warrior 30JRL

Il primo prodotto della nostra classifica è un modello della Aigostar, che permette di tostare due fette alla volta. Ha una potenza di 750 W, che permette un buon risparmio energetico. Le fessure dove vengono inserite le fette di pane sono molto larghe, permettendo così di inserire anche fette di pane spesse. Con questo modello è anche possibile scongelare il pane, impostando la modalità Defrost, tramite l’apposito pulsante.

È dotato di 7 impostazioni di cottura, ognuna delle quali permette un diverso livello di abbrustolimento. La caratteristica chiave del Warrior 30JRL è il vassoio di raccolta. È munito di un vassoio estraibile, dove vengono raccolte tutte le briciole. Questo fattore facilita di molto la pulizia dello strumento e permette che l’elettrodomestico possa durare nel tempo, assicurando sempre la stessa qualità di prestazione.


Philips Daily Collection HD2583/00

Philips Daily Collection HD2583

Il Philips Daily Collection HD2583/00 si presenta con un design molto essenziale, dal colore bianco, con fondo grigio. Ha una potenza di 600 W ed è dotato di 8 livelli di cottura, in modo da scegliere quello più adatto al proprio gusto. Sono presenti due fessure, adibite all’inserimento delle fette di pane da scaldare. È presente anche la modalità di scongelamento, che permette di scongelare e tostare il pane in una sola operazione.

È dotato di un pratico vassoio estraibile, dove vengono raccolte tutte le briciole. Inoltre, è dotato di una sicurezza aggiuntiva contro i cortocircuiti, associata allo spegnimento automatico. Un’ulteriore caratteristica di questo tostapane è la griglia sollevata, che dà la possibilità di scaldare altri alimenti, come cornetti o brioche, in pochissimo tempo.


Imetec TostaMaxi

Imetec TostaMaxi

Il Tosta Maxi è un ottimo tostapane con due fessure extralarge, che permettono di inserire anche fette di pane molto spesse. Le fette di pane vanno inserite all’interno di comode pinze, apribili a 360 gradi.

Questo modello è caratterizzato da un pratico vassoio di raccoglimento delle briciole, che è possibile estrarre, in modo da poter effettuare la pulizia molto facilmente. Lo stesso cassetto, così come anche il vassoio di raccolta delle briciole, risultano perfettamente lavabili in lavastoviglie.

Il timer avvisa che la cottura è giunta a termine, emettendo un segnale sonoro ed avviando un conseguente spegnimento del tostapane. Risulta un fattore da non sottovalutare, poiché evita bruciature accidentali. È inoltre possibile scegliere tra 10 diversi livelli di doratura, così da scegliere quella che più aggrada i propri o gusti altrui.


Ariete 159 Toastime

Ariete 159 Toastime

L’Ariete 159 Toastime ha una potenza di 700 W ed è disponibile in tre diverse colorazioni, a scelta tra bianco, arancione e nero. Con questo tostapane sarà possibile scongelare e riscaldare il pane, in una sola azione, utilizzando la funzione Defrost. Caratteristica di questo tostapane è inoltre lo Scalda Brioches, un sistema di griglie sollevate, che permette di scaldare panini, cornetti ed altri alimenti, appoggiandoli sulla griglia e sfruttando il calore interno emesso dal tostapane.

È dotato di un cassetto per la raccolta delle briciole, che è possibile estrarre in modo da pulire con più facilità il fondo del tostapane. Esternamente è realizzato in acciaio inox e plastica, materiali molto semplici da pulire, che permettono al tostapane di rimanere freddo all’esterno e di dissipare il calore in eccesso.


Black+Decker BXTOA820E

Black+Decker BXTOA820E

Il BXTOA820E è un tostapane di colore bianco e con una potenza di 820 W. È dotato di 3 funzioni. La funzione di annullamento permette di interrompere la tostatura del pane in qualsiasi momento, con conseguente uscita delle fette di pane. La funzione per scaldare consente di riscaldare toast già pronti. La funzione Defrost permette invece di scongelare e tostare in una sola azione, in modo da efficientare il proprio tempo a disposizione.

Inoltre, sono presenti 7 livelli di doratura, in modo da scegliere quelli più adatti al proprio gusto. È infine presente un vassoio estraibile, dove vengono raccolte tutte le briciole che si accumulano durante l’utilizzo.


Princess Tostapane con Pinze per 4 Toast

Princess

Nella classifica dei migliori tostapane non poteva mancare questo modello Princess consente di tostare 4 fette di pane alla volta. È infatti dotato di 4 pinze estraibili, dove possono essere inserite le fette di pane con pochissimi passaggi.

Oltre alla tostatura, questo modello permette di scongelare e riscaldare il pane. In tal modo si potrà scaldare del pane già tostato, oppure optare per lo scongelamento e la cottura, in una sola azione. Tra le funzioni è anche presente quella di Annullamento, che permette di interrompere in qualsiasi momento la tostatura ed estrarre le fette di pane.

Per ogni coppia di fette di pane è possibile scegliere un differente livello di doratura ed una differente modalità. Ciò consente di preparare pane di cottura diversa contemporaneamente. Sono presenti due vassoi removibili, che permettono di raccogliere tutte le briciole cadute durante l’utilizzo. In tal modo, la fase di pulizia risulterà molto più semplice.


Girmi TP5600

Girmi TP5600

Il TP5600, modello del noto brand italiano Girmi, ha una potenza di 850 W ed è dotato di due fessure per tostare le fette di pane. Le fessure sono molto larghe, fattore che permette di inserire fette di diverso spessore, o di inserire toast già farciti.

È dotato di 3 funzioni, quali scongelamento, riscaldamento e cottura. La funzione di scongelamento permette di inserire il pane direttamente congelato, andando a scongelarlo e cuocerlo in un’unica operazione. La funzione di riscaldamento, invece, è adibita esclusivamente per riscaldare. Infine, la funzione di cottura, dà la possibilità di cuocere fino a 6 diversi livelli di doratura, permettendo così di scegliere quanto abbrustolire il pane, a proprio piacimento.


Morpilot Tostapane 2 Fette

Morpilot Tostapane 2 Fette

Questo tostapane, inserito nella lista dei migliori, si presenta con un design retrò, realizzato in acciaio inox ed disponibile in colore beige o blu. Ha una potenza di 800 W ed è munito di un funzionale display led. Sullo stesso, viene indicato l’avanzamento della cottura, con relativo tempo mancante alla fine della stessa.

È dotato di 3 diverse funzioni: scongelamento, riscaldamento e cottura. Inoltre, è possibile scegliere tra 6 diversi gradi di tostatura, permettendo così di selezionare il livello di doratura ricercato. È presente un cassetto di raccolta, dove finiscono tutte le briciole cadute. Questo cassetto è estraibile, fattore che permette di lavare ancora più facilmente il macchinario. Presente anche una leva di sollevamento, che permette di sollevare eventuali residui durante l’utilizzo.


Tostapane Russell Hobbs Inspire

tostapane Russell Hobbs Inspire

Questo modello della Russel Hobbs si presenta con un design molto elegante e con una texture ondeggiante di colore bianca. Gode di una straordinaria potenza, di 1050 W, che permette di tostare il pane alla perfezione in pochissimo tempo. La funzione Lift & Look, permette di controllare lo stato di cottura del pane senza doverne interrompere la cottura.

È dotato della funzione di scongelamento, riscaldamento e annullamento. Una caratteristica aggiuntiva, è sicuramente l’ampia griglia esterna, dove è possibile appoggiare altre tipologie di alimenti più ingombranti, come panini e brioches, in modo da scaldarli. È dotato anche di un vassoio estraibile, atto alla raccolta delle briciole durante l’utilizzo.


Tostapane IKICH

Tostapane IKICH

Al termine della nostra classifica dei migliori tostapane c’è un modello della Ikich. Si presenta con un design professionale, realizzato interamente in acciaio, materiale che permette una facile pulizia esterna. È dotato di 4 fessure per l’inserimento del pane, dove ogni coppia esegue la propria cottura indipendentemente da quella scelta per l’altra coppia di fette. È infatti dotato di 2 diversi timer, il cui tempo è visibile sugli schermi LCD presenti sul pannello di controllo.

È possibile scegliere tra 6 diversi livelli di doratura, in modo da selezionare quella di preferenza. È dotato di 3 diverse funzioni: Cancel, Defrost e Bagel. La funzione Cancel permette di interrompere la tostatura. La funzione Defrost serve a scongelare e cuocere il pane congelato. Infine, la funzione Bagel permette di tostare pane molto sottile, o nello specifico dei Bagel.


Migliori marche di tostapane

In questa classifica abbiamo visto moltissime marche di tostapane, ci si può quindi chiedere su quale sia meglio orientarsi. Tutti i prodotti selezionati godono di un ottimo rapporto qualità prezzo, ma vediamo nello specifico alcune tra le migliori marche.

Philips

La multinazionale olandese, fondata nel 1891 ad Eindhoven, è una delle aziende leader nel settore di questi piccoli elettrodomestici. Produce tostapane di qualità elevata, adatti anche ad un uso professionale o comunque quotidiano. Sono un po’ più costosi della media, ma la qualità dello strumento compensa il prezzo.

Girmi

La Girmi è un’azienda italiana, nata nel 1919 in Piemonte. Sin da allora si è occupata di produzione di piccoli elettrodomestici da cucina, inserendoci la qualità del Made in Italy. I tostapane di questa azienda sono prodotti che godono di un ottimo rapporto qualità-prezzo, risultando così strumenti di ottima fattura ed abbordabili.

Imetec

Anche la Imetec risiede nella fascia media, producendo tostapane di ottima qualità a prezzi ridotti. Sono strumenti molto semplici ed intuitivi da utilizzare, adatti all’uso familiare.

Ariete

L’azienda toscana, nata nel 1964 a Campi Bisenzio e successivamente diffusa sul mercato grazie all’acquisizione dell’azienda da parte di De’ Longhi, produce un’ampia gamma di elettrodomestici da cucina economici. I suoi prodotti sono tra i più convenienti, ma allo stesso tempo di qualità. Sono infatti tra i più venduti in Italia, questo perché il lato economico del prodotto non sta nella scelta dei materiali, ma nelle funzioni di cui dispongono i propri elettrodomestici. I loro tostapane, infatti, sono strumenti molto semplici ed essenziali, ma non per questo privi di efficienza.

Tipologie di tostapane

Come intuito nel corso della nostra guida, ad oggi esistono numerose tipologie di tostapane. Alcune delle stesse si differenziano semplicemente per funzionalità, altre ancora per il meccanismo operativo. Una delle differenze più importanti, attiene i tostapane verticali e quelli orizzontali. Saranno entrambi approfonditi nel corso dei paragrafi successivi, quando parleremo delle differenze fra tostapane e testiera.

Per adesso, è importante tenere a mente come un tostapane orizzontale, permetta di inserire le fette in modo perpendicolare, all’interno delle griglie. Di contro, un tostapane verticale, permetta di appoggiare in modo parallelo le fette sulla piastra riscaldata, che verrà coperta da una seconda piastra nella parte superiore.

Ulteriori differenze vedono la presenza di tipologie con funzionalità innovative, come ad esempio la possibilità di dividere gli slot e di controllare diverse fasi di cottura in un unico utilizzo.

Perché acquistare un tostapane

Acquistare un tostapane significa avere uno strumento che permette di abbrustolire fette di pane in pochissimo tempo. Molte persone, per evitare l’acquisto di un tostapane, spesso si ritrovano ad utilizzare la funzione grill del forno, mettendoci più tempo e sprecando molto più energia elettrica. Il forno, oltre ad essere un elettrodomestico dai consumi ben più elevati, ci mette molto tempo a scaldare tutto il suo volume interno, risultando inefficiente per questa tipologia di lavorazione. Risulta perciò inutile e controproducente riscaldare un forno intero per abbrustolire due fette di pane.

Utilizzando un tostapane, si può invece riscaldare in poco meno di 2 minuti una fetta di pane, spalmarci la marmellata e fare una colazione perfetta senza perdere tempo. In poco tempo si possono preparare degli ottimi crostini per le cene, senza dover occupare il forno o i fornelli.

Inoltre, abbrustolire il pane può essere utile anche per non buttare pagnotte o panini del giorno prima. Gli stessi, nonostante a primo impatto possano sembrare duri, con una rapida tostatura ritrovano morbidezza e croccantezza.

Differenza tra tostapane e tostiera

Sul mercato sono presenti una serie di elettrodomestici che spesso sono in grado di svolgere le stesse funzioni. Questo però non significa che si tratti dello stesso strumento. È ciò che accade anche al tostapane ed alla tostiera. È molto semplice confonderli, perché svolgono pressoché la stessa funzione. Tra i due però c’è molta differenza.

Il tostapane è un tipo di elettrodomestico da cucina, che viene posizionato in verticale. È formato solitamente da due o più fessure, dove vengono inserite le pinze che trattengono le fette di pane. Lo stesso macchinario, tramite l’utilizzo di alcune resistenze, andrà a scaldare il pane o ad abbrustolirlo. Viene impostato un timer, allo scadere del quale una molla farà fuoriuscire le fette, terminandone la cottura.

La tostiera è uno strumento leggermente diverso. Viene posizionata in maniera orizzontale ed è formata da due piastre in materiale antiaderente, che si riscaldano attivando la tostiera tramite il pulsante di accensione. Si posiziona il pane o altro cibo tra le due piastre, successivamente chiuse una sull’altra. Nelle tostiere, quindi, si può inserire anche altro cibo, come ad esempio piadine o panini farciti.

Consigli per utilizzare il tostapane

Adesso che hai individuato il miglior tostapane da acquistare per le tue esigenze, vediamo come utilizzarlo correttamente. A tal riguardo, è possibile ricordare specifici passaggi, da eseguire per un uso corretto ed efficiente.

  • Prima di tutto occorre collegare il tostapane alla corrente, passando successivamente all’inserimento delle fette nelle relative pinze o fessure.
  • Si imposta il livello di doratura, tramite l’apposita manopola, qualora il modello lo permetta.
  • Si può quindi procedere con l’abbassare la leva laterale per avviare la cottura.
  • Alcuni modelli permettono di impostare un timer in modo da far fuoriuscire le fette di pane al momento giusto.
  • Allo scattare del timer il pane fuoriuscirà da solo e il tostapane si spegnerà.
  • Si possono quindi prelevare le fette di pane e gustarle.

Attenzione a non introdurre in alcun modo oggetti metallici (come coltelli), all’interno delle fessure, quando l’elettrodomestico è ancora attaccato alla corrente. Questo perché le resistenze elettriche potrebbero trasferire elettricità tramite l’oggetto e porta spiacevoli inconvenienti.

Come pulire il tostapane

Affinché un tostapane possa durare nel tempo, è importante assicurarsi di mantenerlo sempre estremamente pulito. Nonostante il processo possa sembrare difficoltoso, è possibile seguire specifici e semplici passaggi.

  • Il primo step da effettuare è assicurarsi che il tostapane sia staccato dalla presa di corrente.
  • Si passa successivamente a far raffreddare il tostapane, lasciandolo semplicemente per qualche ora inutilizzato.
  • A seconda dei modelli si effettua un tipo di pulizia diverso. Nel caso dei modelli più classici, dotati di pinze estraibili, il passaggio successivo è quello dell’estrazione delle pinze. Solitamente sono realizzate in acciaio, quindi si possono lavare sia a mano che in lavastoviglie.
  • A questo punto, si può passare al capovolgimento del tostapane, per eliminare eventuali briciole dall’interno. Alcuni modelli più innovativi sono dotati di un fondo removibile, dove vengono raccolte briciole e residui di cibo.
  • Una volta pulito l’interno, si può passare all’esterno. Solitamente non si sporca tantissimo, quindi basterà passare un panno leggermente umido o una spugnetta non abrasiva. Nel caso ci fossero piccole macchie incrostate, come quelle causate da formaggi, si potrà passare una spugna con qualche spruzzata di sgrassatore, ed asciugare il tutto con un panno asciutto.
  • In ultimo, non per importanza, è consigliabile far asciugare bene il tostapane prima di riutilizzarlo, facendo passare anche 24 ore. Inoltre, è caldamente sconsigliato lavare l’interno del tostapane, poiché si potrebbe incorrere in cortocircuiti.

Chi ha inventato il tostapane

Ma a quando risale esattamente il primo tostapane elettrico? Questo importante ed innovativo strumento risale al 1893, quando uno scozzese di nome Alan MacMasters inventò la prima forma di tostapane, sfruttando l’elettricità, chiamandola “Eclipse Toaster”. In quel periodo, tuttavia, l’utilizzo di questo strumento rimase un lusso, soprattutto per l’elevato costo dell’elettricità e di una sua non completa diffusione. Nonostante ciò, venne commercializzato dalla Crompton Company e com il passare del tempo iniziò ad acquisire sempre più fama.

Successivamente, nel 1905, Albert Mash brevettò il Nichrome, una lega formata da Nichel e Cromo, che garantiva una maggiore durata dello strumento. Il tostapane venne migliorato di anno in anno, di compagnia in compagnia, fino ad arrivare al 1926, quando Charles Strite lo dotò di timer automatico, e di una molla che scattava e sollevava la fetta di pane allo scadere del tempo.

È proprio in questa forma che il tostapane arrivò alla sua massima diffusione, entrando nelle case di ognuno attorno agli anni 40 e 50. Ad oggi rappresenta uno dei macchinari più diffusi presenti in commercio.

banner per shortcode tg pricecut

Lascia un commento

Qui si risparmia

Unisciti al nostro canale Telegram per ricevere codici sconto e offerte per i tuoi acquisti. Ci sono già + di 50.000 che risparmiano con noi ogni giorno.